Forte di Belvedere
Vedi anche:

Il Bisonte: Scuola internazionale di specializzazione per la grafica d'arte.

Giardino delle Rose
Giardino di Boboli
Le mura
Porta San Giorgio
Porta San Miniato
Via del Canneto

 

Informazioni turistiche
Ingresso da: Via di Belvedere.
Orario di apertura: aperto in occasione di mostre.
Biglietto d'ingresso: varia a seconda delle mostre che vi si svolgono.

Il Forte di Belvedere, situato alle spalle del giardino di Boboli, è considerato da turisti e fiorentini la più bella terrazza su Firenze.
Vi si tengono spesso mostre d'arte e spettacoli estivi.

Storia - Di particolare interesse

 Storia


La sesta cerchia di mura costruita nel XIV secolo comprendeva un bastione situato accanto alla Porta San Giorgio: su questo bastione fu costruita tra il 1590 ed il 1595 la Fortezza di Santa Maria, meglio conosciuta come «Forte di Belvedere», per lo splendido panorama sulla città che vi si può vedere.
Il Forte di Belvedere fu voluto dal granduca Ferdinando I de' Medici: insieme alla Fortezza da Basso, esso doveva servire non soltanto a difendere meglio Firenze da attacchi esterni, ma anche e soprattutto a tenere sotto controllo la città - e ad offrire un rifugio sicuro per la famiglia dei Medici, che in caso di pericolo poteva raggiungerlo velocemente da Palazzo Pitti passando attraverso il giardino di Boboli.


Fai clic sulle foto per ingrandirle.

Il progetto del Forte è di Bernardo Buontalenti (anche se ufficialmente i lavori erano diretti da Giovanni de' Medici, fratello del granduca) ed è caratterizzato dalla pianta poligonale e dalla palazzina che sorge al centro.
Il Forte di Belvedere è rimasto un edificio militare fino al 1951, quando l'Esercito lo ha ceduto al Comune di Firenze. Dopo i restauri, dal 1955 è aperto al pubblico ed è spesso sede di spettacoli estivi, mostre ed esposizioni, soprattutto di arte moderna.

Inizio della pagina

 Di particolare interesse


Il Forte di Belvedere è un buon esempio di architettura militare rinascimentale: vi si trovano riuniti aspetti strettamente legati alla sua funzione difensiva (come i bastioni rientranti) e alla sua funzione di propaganda: la Fortezza doveva essere segno visibile della potenza dei Medici, come è suggerito dalla palazzina al suo centro, che spicca fortemente nel panorama delle colline sul lato meridionale di Firenze.

Inizio della pagina

« Scheda precedente | Indice del quartiere di San Niccolò | Scheda successiva »

Home Page | Aggiungi ai Preferiti | Invia questa pagina
AddThis: Bookmark sociale
Copyright © 1999-2019 Niji.Net
Info su questo sito | Per contattarci